Gabriele Sorrentino

Altezza:     1.83
Capelli:      Castano chiari
Occhi:         Verdi
Lingue:       Inglese ottimo
Dialetti:     Napoletano, romano
Skills:          Equitazione, scherma scenica, CrossFit, sollevamento pesi, batteria

Gabriele Sorrentino è un attore e un Cosplayer .
Diplomato presso The Lee Strasberg Theatre & Film Institute Los Angeles nel 2018 ,
vince la borsa di studio per la “The Lee Strasberg Theater and Film Institute” a WestHollywood, Los Angeles.
Nel 2016 ha studiato presso l’ Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini – Roma e all’ Accademia del doppiaggio:
Ha studiato nel 2011/12 alla Fondazione Scuole Civiche di Milano nel Corso Cinema, Televisione, Nuovi Media, si è diplomato nel 2013/14 presso l’Accademia cinematografica Ciak Academy di Napoli.
Ha debuttato in teatro nel 2016 con Massimo Venturiello e con lui è ritornato l’anno successivo con “Il Pigmalione”
E’ stato diretto da Armando Pugliese ne “CHANTECLER” nel 2017.

Da sempre affascinato dalla mitologia norrena e alla cultura vichinga trova il suo personaggio preferito in Thor! Dopo aver partecipato al suo primo Romics si appassiona al mondo Cosplay, e decide di realizzare il suo primo costume grazie al prezioso aiuto di suo fratello. Thor Ragnarok riscuote un enorme ed inaspettato successo in tutte le più importanti manifestazioni nazionali. I due fratelli decidono così di creare “Ragnarok Cosplay” . Entra a far parte nel team “Wasama Creative Factory”.

Ha lavorato in pubblicità e in cinema con i Fratelli Ferrara e Luca Gianfrancesco in “Terra bruciata”

E’ tutt’ora impegnato con lo spettacolo “L’ aria” con il patrocinio di Amnesty International ItaliaAssociazione Stefano Cucchi Onlus – Associazione Antigone.L’Aria è il pretesto per raccontare la storia di quattro detenuti: Nicola, Mario, Rosario e Carmine, rinchiusi in un istituto di detenzione del nostro paese. Raccontano pezzi della loro vita, quella vera, prima di essere reclusi, fino ad arrivare poi al momento della carcerazione Uno spettacolo scritto da Pierfrancesco Nacca, diretto da Giulia Paoletti .