Giovanna Capone Massarese

Giovanna Capone Massarese ha attraversato nella sua pluridecennale carriera tutti i generi di teatro a partire dalla stagione del teatro di ricerca degli anni 70, quando fondò con  Ettore Massarese ed Antonio Neiwiller il Centro sperimentale arte popolare, formazione con la quale ha sperimentato numerosi codici espressivi spaziando dalla lingua al dialetto, dal tragico al comico (è stata la prima Pulcinella donna del teatro italiano, insignita, per questo del premio “Napoli nel Mondo”). Non mancano incursioni significative nel teatro in musica, quale ad esempio il ruolo del Soldato nell’Histoire du soldat di Strawinsky al Teatro di Corte di Napoli, produzione Teatro San Carlo, accanto a Beniamino Maggio. Per la televisione è stata tra le protagoniste dello sceneggiato di Gennaro Magliulo Antonio Petito Artista Comico, prodotto da Rai2 . Dopo questa importante esperienza con altri protagonisti dello sceneggiato (Angela Luce e Mario Scarpetta) è stata protagonista dello Spettacolo La maschera e il suo amico il diavolo prodotto in collaborazione con la Biennale carnevale di Venezia del 1983. Da segnalare l’importante presenza accanto a Carmelo bene nell’evento/spettacolo Viaggio nelle viscere, presenza sia dal vivo che in video/installazione nel 1986. Attrice radiofonica per la rubrica Il paginone Radio3 sino alla metà degli anni ’90, la Capone Massarese ha proseguito la sua carriera teatrale partecipando a tournèè all’estero (tra queste spicca Pulcinella, il demonio e les amis du jeux Palais de beaux arts di Lille e all’Hermitage di san Pietroburgo nel 2007). Le recenti sue esperienze professionali l’hanno vista protagonista dell’evento performance Il teatro sommerso , evento d’apertura del Napoli teatro festival del 2009, in occasione della riapertura dopo 2000 anni dell’antico teatro romano sito nel sottosuolo di Napoli. Le ultimissime fasi della sua carriera la vedono protagonista dello spettacolo Li Farfalle de ghiaccio, spettacolo di chiusura della rassegna Estate a Napoli 2017, spettacolo con le musiche dal vivo di Eugenio Bennato. Attualmente gira con un suo particolare adattamento dell’opera beckettiana Not I, presentata in prima nazionale alla rassegna Primavera teatro presso la fondazione italoamericana RAS.

Altezza:     1.60
Capelli:      Castani
Occhi:         Verdi
Lingue:       Francese
Skills:          Pianoforte, canto, ballo